giovedì 22 dicembre 2016

Gialli sotto l'albero

Racconti e libri gialli ambientati nel periodo natalizio
Ce ne sono per tutti i gusti. Approfittiamo delle vacanze anche per leggere. Narrativa "in tema"  (a cura di L. Romussi)

‘’A Natale siamo tutti più buoni’’, una frase che nel periodo natalizio echeggia tra le orecchie di milioni di persone, basata sicuramente su fondamenta solide e concrete come la ricerca smisurata di misericordia e la voglia di far vincere il bene sopra il male, quindi, di donare e amare davvero, senza secondi illeciti fini. Però quello che all’inizio sembra un comodo sentiero pianeggiante, dove trovare fiori freschi e arcobaleni nitidi, diventa poi un selva impetuosa violenta e oscura dalla quale non si può più fuggire come il male, e le persone purtroppo sono fragili e tendono a fare le scelte sbagliate.  
I romanzi gialli ambientati durante il Natale, nonostante siano il prodotto della fantasia, sono un ottimo esempio di come la nascita del Salvatore possa essere la cornice perfetta per compiere crimini e omicidi. 

Ecco, quindi, una breve elencazione di alcuni racconti e romanzi natalizi di genere giallo. 

‘’Un Natale in giallo’’, come suggerisce il nome, è una raccolta di novelle ambientate durante il periodo natalizio in cui sette giallisti, italiani e stranieri, pongono i loro personaggi più famosi al centro di vicende poliziesche. Tra queste c’è: ‘’Natale nella casa di ringhiera ’’ di Francesco Recami, nel quale il protagonista è un tappezziere in pensione chiamato Amedeo Consonni, che vive in un’abitazione, come ci rammenta il titolo, di ringhiera e colleziona notizie su delitti feroci e violenti, l’ultimo a incuriosire la sua attenzione è stato lo strano caso noir ’’della sfinge’’. Amedeo, così, senza neppur desiderarlo bramosamente, si ritrova a guidare l’indagine verso la verità. 

‘’Capodanno in giallo’’, invece, è una raccolta di storie romanzate ambientate durante la fine dell’anno. Tra esse è doveroso citare il testo di Andrea Camilleri ‘’Una cena speciale’’, nel quale il personaggio principale è il famoso commissario Montalbano che cerca, nonostante la giornata festiva, di risolvere il caso di una ragazza, molto giovane, figlia di un caro e onesto conoscente di Fazio, minacciata da un latitante. 

‘’Gialli di Natale’’ è un libro di narrazioni ambientate durante la natività di Cristo scritte da apprezzati e noti autori come Thomas Hardy il quale nel suo ‘’I ladri che non potevano fare a meno di starnutire’’ racconta di un giovane ragazzo che, esortato dal padre, si dirige presso una città distante per svolgere una commissione, ma nel tragitto viene rapinato da una banda di malviventi gli stessi che incontrerà successivamente nella casa in cui si era rivolto per chiedere ausilio. 

’Giallo Natale’’ raggruppa otto storie di autori italiani. Tra questi si nota il racconto di Silvia Montemurro, ambientato in un lussuoso hotel di Sankt Moritz, dove tra gli ospiti, il proprietario della struttura nota una giovane donna che gli fa ricordare eventi dimenticati, il protagonista in seguito a questo strano avvenimento comincia a diventare pauroso e timoroso. 

‘’Scorre la Senna’’ è un insieme di tre racconti della scrittrice francese Fred Vargas, illustrato dal disegnatore Baudoin. Le tre storie, ‘’Salute e libertà’’, ‘’Una notte efferata’’ e ‘’Cinque franchi l'una’’ sono ambientate a Parigi, lungo il corso della Senna e, vedono come protagonisti il commissario Adamsberg e il capitano Danglard. 


Menzionate e riassunte in maniera breve le raccolte sopra riportate, è appropriato anche citare gli interi romanzi gialli ambientati nel periodo natalizio. 

‘’Il Natale di Poirot’’ scritto da Agatha Christie narra di un patriarca Simeon Lee che invita a casa propria i quattro figli Alfred, David, George ed Harry e le rispettive consorti per trascorre il Natale insieme. All’incontro partecipano anche Pilar Estravados, la nipote discendente dall’unica figlia femmina di Simeon, e Stephen Farr, l’erede di un vecchio socio d’affari con cui il magnate aveva aperto e sfruttato alcune miniere di diamanti in Sud Africa. Simeon annuncia che sta per cambiare il proprio testamento e questo scatena rivalità e accuse tra i familiari. La sera della vigilia di Natale, il vecchio Lee si ritira presto in camera sua chiedendo di non essere disturbato. Ma, successivamente, gli ospiti radunati in salone sentono un rumore di oggetti rovesciati al piano superiore: Simeon è stato ucciso! ‘’La voce’’ composto dallo scrittore islandese Arnaldur Indriðason, riporta che in un sottoscala di un albergo viene rinvenuto il cadavere del custode, Guòlaugur, vestito da Babbo Natale il quale si rivelerà un personaggio oggetto di segreti e sorprese.  

Mary e Carol Higgins Clark scrive invece ‘’Il ladro di Natale’’, nel quale l'investigatrice Regan Reilly e la detective dilettante Alvirah Meehan indagano sulla scomparsa dell’abete scelto per diventare il celebre albero di Natale del Rockefeller Center, nessuno, però, sa è che tra i suoi rami si cela un tesoro in diamanti che un truffatore, ora uscito di prigione,  ha nascosto una decina di anni prima Mentre ’’I tre delitti di Natale’’ di J. B. Livingstone racconta del Lord James Rupert a Lost Manor  che ha preparato una terribile vendetta contro la sua famiglia. 

Lo scrittore, musicista e attore norvegese, Jo Nesbø, regala al suo pubblico ‘’La ragazza senza volto’’ nel quale durante il periodo natalizio: Stankic, il killer croato, giunge ad Oslo e spara a Robert Karlsen, un ufficiale dell'Esercito della Salvezza, durante un concerto di Natale all'aperto, ma a causa della sua eccezionale capacità di modificare tratti del proprio volto, non è possibile identificarlo, nonostante il delitto sia avvenuto in un luogo pubblico e alla presenza di molte persone. Le indagini si concentrano sul tentativo di trovare l’assassino e di identificare il mandante.  Presto si scoprono, inoltre, il conflitto tra la missione caritatevole dell'Esercito della Salvezza e gli interessi immobiliari di una delle famiglie più in popolari della città.  

Come conclusione di questo articolo è giusto ricordare che nella maggior parte dei casi gialli i colpevoli, rappresentati del male, sono individuati e arrestati per cui è legittimo affermare che il bene riesce sempre a vincere.

Buon Natale!

Lucrezia Romussi